Lacrime napulitane.crd

From mabritt@box4.tin.it Wed Apr 21 17:22:28 1999
From: "andrea" <mabritt@box4.tin.it>
Date: 21 Apr 1999 15:22:28 GMT

trascritto da Jimmy! LACRIME NAPULITANE. LAm MI7 LAm Mia cara madre sta pe' trasì Natale REm MI7 LAm e a stà luntano cchiù me sape amaro. DO SOL DO Comme vurria appiccià duie tre biancale SI MI comme vurria sentì nu zampugnaro. LAm MI7 LAm REm LAm A 'e ninne mieie facitele 'o presepio REm MI e a tavola mettite 'o piatto mio; LA7 REm facite, quanno è 'a sera d''a vigilia LAm MI7 LAm comme si mmiezzo a vuie stesse pur'io. FA7 LAm E nce ne costa lacreme st'America (inizio rit.) MI7 a nuie napulitane REm SOL7 DO Pé nuie ca nce chiangimmo 'o cielo 'e Napule LAm MI7 LAm comme è amaro stu ppane! (fine rit.) LAm MI7 LAm...... Mia cara madre che ssò, che ssò 'e denare? Pe' che se chiagne a patria nun so'niente mo tengo quacche dollaro, e me pare ca nun sò stato maie tanto pezzente! Me sonno tutte 'e notte 'a casa mia e d''e criature meie ne sento 'a voce ma a vuie ve sonno comme a 'na Maria cu 'e spade 'mpietto 'nant''o figlio 'ncroce. Rit. M'avite scritto che Assuntulella chiamma chi l'ha lassata e sta luntana ancora. Che v'aggia di? Si 'e figlie vonno 'a mamma facitela turnà chella Signora. Io no nun torno. Me ne resto fore. E resto a faticà pe' tutte quante; j'c'aggio perzo patria, casa, onore, j'so'carne 'e maciello:so' emigrante! Rit.