Bem.pro

{t:Bem}
{st:Nico Fidenco}

{two_column_on}

[A-]Notte bianca di spavento,
notte [Bb]nera di terrore acqua pioggia neve e vento...
lampi e [A-]tuoni di furore.
[A-]Con un rantolo agghiacciante
l'assas[Bb]sino col coltello squarta e taglia ad ogni istante...
chiunque in[A-]contra nel castello.
Ma dal [D-]mondo dell'orrore
dove il [A-]cielo e` sempre nero
piomba il [Bb]figlio del mistero
piu` ve[C]loce del pen[A]siero (del pensiero)

{start_of_chorus}
[Bb]Arriva [F]Bem ne[Bb]mico del [F]mal,
[G-]che in bocca [D-]tien [G-]mille pu[D-]gnal.
[Bb]Solo tre [F]dita, due [Bb]occhi di [F]ghiaccio,
[G-]sessanta [D-]vipere [G-]sopra ogni [D-]braccio.
[Bb]Dell'as[F]sassino [Bb]lui fa un ma[F]cello,
[G-]lo pesta a [D-]sangue [G-]con un ran[A]dello.
{end_of_chorus}

Notte bianca di spavento,
notte nera di terrore acqua pioggia neve e vento...
lampi e tuoni di furore.
S'ode un passo strascicato,
s'ode un colpo di martello scende a terra l'impiccato...
dove tocca fa un macello.
Ma dal mondo dell'orrore
dove il cielo e` sempre nero
piomba il figlio del mistero
piu` veloce del pensiero (del pensiero)
{column_break}

{start_of_chorus}
Arriva Bem nemico del mal,
che in bocca tien mille pugnal.
Ha squame verdi sopra la pelle,
lingue di fiamme sopra le spalle.
Dell'impiccato lui fa un fagotto,
lo pesta a sangue con un cazzotto.
{end_of_chorus}

Notte bianca di spavento,
notte nera di terrore acqua pioggia neve e vento...
lampi e tuoni di furore...
lampi e tuoni di furore...
lampi e tuoni di furore...
{two_column_off}