Polvere di gesso.crd

Polvere di gesso  Gianmaria Testa

A-         A-/G         A-/F#       A-/F
A-         A-/G         A-/F#       A-/F

A-         A-/G         A-/F#       A-/F
Io ogni mattina ascolto l'alba
                     A-
e la sera il tramonto
A-/G                A-/F#       A-/F
e tutto il rumore che fa
   A-       A-/G             A-/F#       A-/F
e poi per ogni giorno che passa
                       A-
faccio un segno su un muro
  A-/G     A-/F#    A-/F
di questa città
    A-           G            C       B°      F13
perché non è il tempo che mi manca
    E        A-     A-/G     A-/F#     A-/F
e nemmeno l'età



Io ogni mattina quando parto
lascio aperta la mia porta
se qualcuno verrà
e poi metto polvere di gesso
sul pavimento di casa
per i passi che farà
perché quando c'è una porta aperta
di sicuro prima o dopo si sa

Io ogni sera quando torno
lascio delle tracce bianche
sulla polvere che sa
che qui non ci viene mai nessuno
e nemmeno per oggi
non ci sono novità
e poi richiudo la mia porta
per la notte e per il freddo che ci fa

Io ogni mattina ascolto l'alba
e la sera il tramonto
e tutto il rumore che fa
e poi per ogni giorno che passa
graffio un pezzo di muro
di questa città
perché non è il tempo che mi manca
e nemmeno l'età.

Claudio (doran@libero.it)