Sballi ravvicinati del terzo tipo.crd

SBALLI RAVVICINATI DEL 3° TIPO


G D G D

G
 E centomila occhi si voltarono
a guardare il cielo 
           D   
con un sospiro leggero,
G
 da  quella parte sì, e da quella parte che
                    D 
sarebbero venuti, loro
G
 l'aveva detto il vecchio pazzo
                     D
che abitava il monte 
G
 nessuno aveva dubitato 
                  D 
delle sue parole
A                        D
 avevano bisogno di loro
    A
(e loro)
                         D
sarebbero venuti in volo. 

E centomila cuori cominciarono 
a sondare il cielo
con un sospiro leggero
da quella parte sì, e da quella parte
che, sarebbero venuti loro
non c'era che aspettare fino all'alba
con pazienza e rassegnazione
avrebbero risolto tutto quanto loro 
senza fare il minimo rumore
avevano bisogno di loro
sarebbero venuti in volo.

E centomila mani cominciarono 
ad alzarsi verso il cielo
si stava già facendo giorno 
e non era arrivato nessuno.
Non si poteva, più, aspettare invano
qualcuno già diceva
che non esistevano nemmeno.......
(dovevano fare da lo...)dovevano fare da loro,
fu allora che presero... 
...il volo...

G D G D G D G D A D A D