Il ragazzo del cielo (lindbergh).crd

IL RAGAZZO DEL CIELO ( LINDBERGH )
(1978)
Facchinetti Canzian - Negrini


Mi     Lam          Mi
E, la luna silenziosa,
           La             Mi
fu, stupita fu curiosa,
       Fa#m                                    Mi
ma tu chi sei, perché tu sai volare?
      Fa#m7                            Mi
Così parlò, la luna all'aviatore.
Mi             Lam               Mi
Sai, quant'è lontano il mondo
                 Lam                 Mi
sai, quant'è profondo il mare
   Fa#m                                  Mi
rispose lui: io devo attraversare
   Fa#m                                        Mi
aiutami, non farmi addormentare.

STRUM : Fa#m7 Sol La Lam Mi Fa#m7/Mi Sol/Mi La/Mi Mi

Lam                     Sol/Si  Fa/La                Lam
Sull'Oceano Atlantico,   la notizia passò,
                                 Sol/Si                             Lam
dalle Azzorre, all'Africa, ogni nave svegliò,
Lam Lam7/Sol  Fa Mim7                     Lam  
il ragazzo del     cielo è arrivato a metà
              Lam7/Sol   Fa Mim7
del suo viaggio da solo
                       Lam
forse ce la farà.
      Rem6         Lam
La luna all'orizzonte,
     Rem6         Mim
bagnò di luce bianca la fronte stanca dell'uomo

finché a levante apparve il mattino.

STRUM : 

Lam         Sol/Si    Fa/La                         Lam
E nell'aria gelida, finalmente scoppiò,
                  Sol/Si      Fa/La                         Lam
un'aurora magica, che la notte incendiò
       Lam7/Sol  Fa  Mim7                      Lam
e si accese il   mare, sulla porta dell'est
              Lam7/Sol  Fa Mim7                        Lam
poi l'Europa nel     sole, dietro al porto di Brest.
         Rem6         Lam
Non c'era più la luna,
        Rem6              (Mim)
ma dove in quel momento era notte

c'è chi sorpreso,

vide la luna fare un sorriso.