Impressioni di settembre.pro

#
#This file is the author's own work and represents their interpretation of the # #song. You may only use this file for private study, scholarship, or research. # #
# by Maurizio Codogno (mau@beatles.cselt.stet.it) {title: Impressioni di settembre} {subtitle: PFM} [Em7] Quante gocce di ru[D]giada intorno a me [A] cerco il sole, ma non [Em]c'Ŕ. [D] Dorme ancora la cam[A]pagna, forse no, Ŕ [Am]sveglia, mi [Bm7]guarda, non [Em]so. GiÓ l'odor di terra, odor di grano sale adagio verso me, e la vita nel mio petto batte piano, respiro la nebbia, penso a te. {soc} [Em] Quanto verde tutto in[D]torno, e ancor pi¨ in lÓ [A] sembra quasi un mare d'[Em]erba, [D] e leggero il mio pen[A]siero vola e va ho [Am]quasi pa[Bm7]ura che si [Em]perda... [D][Em] [D][Em] {eoc} Un cavallo tende il collo verso il prato resta fermo come me. Faccio un passo, lui mi vede, Ŕ giÓ fuggito respiro la nebbia, penso a te. {soc} [Em] No, cosa sono a[D]desso non lo so, [A] sono un uomo, un uomo in cerca di se [Em]stesso. [Em] No, cosa sono a[D]desso non lo so, [A] sono solo, solo il suono del mio [Em]passo. [D] e intanto il sole tra la [A]nebbia filtra giÓ il [Am]giorno come [Bm7]sempre sa[Em]rÓ. [D][Em] [D][Em] {eoc}