E di notte.crd

E DI NOTTE - NOMADI
(Cerquetti-Sacco-Carletti-Mei)
(“Nomadi Quaranta”, 2003)




Intro: C-/F-/C-/F-/Eb/G/C-/G x1

C-        D-7/5b   C-         F-           C-
E la memoria sa che non è un dettaglio
F-      Eb             G         C-
trascurabile una certa distanza
        D-7/5b     C-         F-      C-
il rimpianto di sé provoca da sempre
        F-      Eb        G
moti di coscienza, indifferenza.

Intro x1

Ovunque in ogni luogo il ballo della vita
come d’istinto ci colpisce di nuovo
e un sognatore sai nel silenzio è in grado
di sentire e di volare.

C-      G          Eb           Bb
Ma di notte la luna ci invita a ballare
       C-            G            Eb         Bb
e di notte nell’ombra la luna ci può possedere.

Strum: C-/F-/C-/F-/Eb/G/C-/G
            C-/F-/C-/F-/G/F-/Eb/G

C-        D-7/5b  C-          F-       C-
E la memoria sa che non è sbagliato





F-           Eb        G           C-
lasciarsi andare, lasciarsi cullare
         D-7/5b   C-    F-     C-
dalla nostalgia, dalla follia
          F-          Eb      G            C-
come foglie al vento fragile e caldo.

D-7/5b  C-                F-             C-
A volte sai che tutto quello che manca
              F-          Eb               G          C-
scorre innanzi a noi senza fermarsi mai
    D-7/5b    C-   F-         C-
dolci tormenti, dolci momenti
 F-        Eb                 G
nelle pieghe della parola amare.


Ma di notte la luna ci invita a ballare
e di notte nell’ombra la luna ci può possedere.
Ma di notte la luna ci invita a ballare
e di notte nell’ombra la luna ci può possedere.

Strum: C-/G-/Eb/Bb/C-/G/Eb/Bb/

Ma di notte la luna ci invita a ballare
e di notte nell’ombra la luna ci può possedere.
Ma di notte la luna ci invita a ballare
e di notte nell’ombra la luna ci può possedere.

Strum: C-/F-/C-/F-/Eb/G/C-/G
            C-/F-/C-/F-/G/F-/Eb/G   x2