Corpo estraneo (album).crd

Artista:Nomadi
Album:Corpo estraneo(2004)
Autore trascrizione:Manu

L’autore sono sempre io,ma stavolta gli accordi sono assolutamente perfetti


L’ORDINE DALL’ALTO(Cattini,Carletti,Vecchi)

Intro(distorsion guitar):Sim Sol Mi5 Sim sol Mi5

Mi5=079900
Il Sol nelle parti strumentali va preso
Così:x109787 anche con una chitarra distorta con la quale nelle strofe e nel ritornello si possono usare i POWER CHORDS:
Sim:799xxx
Sol:355xxx
Re :x577xx



    Sim
Non voglio tornare a pensare
    Sol
O pensare di dover tornare
 Sim
Vorrei rimanere distante
       Sol                   Mi5
Dove l’aria è un po’ più rilassante
     Sim
Le industrie dell’ovest avanzano
     Sol
E si fermano sui campi di grano
     Sim
È un mondo che vomita ferro
     Sol               Mi5
E lo vomita per nostra mano

Re          Sim          Sol
Eh.. tutti fermi ad aspettare
     Re
Che arriva l’ordine dall’alto e ti comunica
   Sim         Sol
Il nemico da fregare

Strum:Sim Sol Mi5


La pioggia colora d’argento
E l’ uomo costruisce cemento
Innalza le proprie barriere
Contro chi non è stato cortese

Gli eserciti a sud si muovono
E lo fanno con passo regolare
I signori del nord rispondono
E lo fanno per fare male

Eh..tutti fermi ad aspettare
Che arriva l’ ordine dall’alto e ti comunica
Il nemico da fregare
Eh..tutti fermi ad ascoltare
Che arriva l’ordine dall’alto e ti comunica
Sei abile a sparare

Strum:Sim Sol Mi5(2v)

Ricordo il mattino che nasce
E a poco a poco la notte che tace
La sabbia del mare dorata e preziosa
E la neve pura e il sole

Lo sento nell’aria da quando il vento
Manda vibrazioni
Mi taglia il viso brucia gli occhi
Respiro radiazioni

Eh..tutti fermi ad aspettare
Che arriva l’ ordine dall’alto e ti comunica
Il nemico da fregare
Eh..tutti fermi ad ascoltare
Che arriva l’ordine dall’alto e ti comunica
Sei abile a sparare

Eh..
Strum:Sim Sol

Eh..
Strum:Sim Sol (sfuma ad lib)


ORIENTE(Falzone,Cerquetti,Carletti,Mei)

Intro(guitar):Rem(preso così:xx7765)

      Rem7
Sento come un sapore amaro
            Fa
Tra i fasti di questa civiltà
         Solm
Tenui segnali che non decifriamo mai
      Rem7
Insonnoliti come siamo nei tram
      Rem7
Provo sempre nostalgia
          Fa
Per le conchiglie sparse in riva al mare
     Solm
E le seguo come grandi impronte
     Rem7
Sul diario dell’umanità
   Fa
L’esilio del pensiero poi
    Solm
Si consuma dentro i bar
          Sib
E dentro vuote autobiografie intendo
Do/Sol
Prive di protagonista

 Fa
Amor
     Sib           Fa
Che guardi verso oriente
         Do
Verso il mar
   Rem7
Qual è il nome
Sib          Fa
Che pronunci piano
      Do
Prima di dormire
Rem7
Amor
     Sib           Fa
Che guardi verso oriente
         Do
Verso il mar
   Rem7
Qual è il nome
Sib          Fa
Che pronunci piano
      Do
Prima di dormire

Strum:Rem7

Preferisco l’analfabetismo
Alle false astrazioni
A questo modo così un po’ socratico
Al riparo dalle passioni

L’esilio del pensiero poi
Si consuma dentro i bar
E dentro vuote autobiografie intendo
Prive di protagonista

Amor
Che guardi verso oriente
Verso il mar
Qual è il nome
Che pronunci piano
Prima di dormire

Amor
Che guardi verso oriente
Verso il mar
Qual è il nome
Che pronunci piano
Prima di dormire

Strum:Rem7

L’esilio del pensiero poi
Si consuma dentro i bar
E dentro vuote autobiografie intendo
Prive di protagonista

Amor
Che guardi verso oriente
Verso il mar
Qual è il nome
Che pronunci piano
Prima di dormire

Amor
Che guardi verso oriente
Verso il mar
Qual è il nome
Che pronunci piano
Prima di dormire

Amor..

Strum:Sib Fa Do Rem7 Sib Fa Do Fa Sib Fa Do Rem7 Sib Fa Do
      Rem7

Finale:Rem7/9(x00210)


ESSERE O NON ESSERE(Cerquetti,Campani,Carletti,Mei)

Intro:Do Sib Fa(4v)

Do            Sib          Fa
Essere o non essere è un coltissimo equivoco
    Do          Sib         Fa
Poi cogito ergo sum un po’ poco
         Do           Sib       Fa
Forse costanza di pensiero e visione interiore
          Do          Sib     Fa
Sono alla base della stima di sé

Ma io trascorro ore intere sulla riva del fiume
In un inutile dominio di me

Come una nobile sfinge sui misteri del mondo
Come un personaggio di Pessoa
              Sol        Sib
Ma in questo istante ho deciso
   Fa                Do
Di non sottrarmi più
            Sol         Sib
Con i miei giochi di prestigio agli occhi tuoi
Fa                   Do Sib
   E ai sentimenti miei
Fa                    Do Sib
   Non te l’ho detto mai
Fa               Do Sib
   Ma ho paura sai
Fa                     Do Sib Fa
   Non te l’ho detto mai

Tutti noi viviamo distanti ed anonimi
Non ci riveliamo mai
O meglio confondiamo le sensazioni
In mezzo a ragionamenti logici

Non son convinto di essere ancora sveglio
Sto solo sognando che vivo
Come una nobile sfinge sui misteri del mondo
Come un personaggio di Pessoa

Ma in questo istante ho deciso
Di non sottrarmi più
Con i miei giochi di prestigio agli occhi tuoi
E ai sentimenti miei

Ma in questo istante preciso
Non mi sottraggo più
Con i miei giochi di prestigio agli occhi tuoi
E ai sentimenti miei
Non te l’ho detto mai
Ma ho paura sai
Non te l’ho detto mai

Essere o non essere è un coltissimo equivoco
Poi cogito ergo sum un po’ poco
Forse costanza di pensiero e visione interiore
Sono alla base della stima di sé

Ma in questo istante ho deciso
Di non sottrarmi più
Con i miei giochi di prestigio agli occhi tuoi
E ai sentimenti miei

Ma in questo istante preciso
Non mi sottraggo più
Con i miei giochi di prestigio agli occhi tuoi
E ai sentimenti miei
Non te l’ho detto mai
Ma ho paura sai
Non te l’ho detto mai

Essere o non essere..
Essere o non essere..

Strum:Do Sib Fa (ad lib. Sfumando)


IN PIEDI(Sacco,Carletti)

In questa canzone il Sib/Re va preso così:
xx0331;il Solm/Fa:xx3333;il Fa4:133311


Intro(pianoforte):Do Sib Do Solm Do Sib Fa

Do            Sib
  Pensavo una volta
Do          Solm
  Di essere Dio
Do            Sib         Fa
  Pensavo di esserci solo io
Do               Sib
  Pensavo che il mondo
Do          Solm
  Davanti a me
Do                       Sib
  Fosse un frutto un po’ amaro
         Fa
Ma tutto mio
Solm              Solm/Fa
    Pensavo che un attimo
Mib                  Sib/Re
    Fosse eterno nel battito
Do                  Sib
    Delle ali di un angelo
         Fa4  Fa
    Solo mio
Do
  In piedi
Do
  In piedi
Sib
Io resterò
Fa
Io resterò
Do
  Senza voltarmi indietro
Sib
Camminerò
Sib
Camminerò

Ed ora guardo
Il mio volto allo specchio
Mi accarezzo i capelli
D’argento

Ah, il tempo scorre e va via
Non sa dire nessuna bugia
Non sa chiedere scusa,né sa cosa sia
     Sib
Cosa sia

Ed ora ho capito perché
Tutto passa anche per me
La ricchezza più grande che c’è
È vivere

In piedi
In piedi
Io resterò
Io resterò
Senza voltarmi indietro
Camminerò
Camminerò

In piedi
In piedi
Io resterò
Io resterò
Do        Lam
  Senza gettare
Un solo istante mai più
Mai più dormirò

Strum:Do Sib Fa
      Do Lam Sib Fa

Ed ora ho capito che c’è
Tutto scorre anche per me
La ricchezza più grande che c’è
È vivere- In piedi in piedi
Io resterò
Io resterò
Senza voltarmi indietro
Camminerò
Camminerò

In piedi
In piedi
Io resterò
E resisterò
Do       Lam
  Senza gettare
Un solo istante mai più
Mai più dormirò
Mai più dormirò- In piedi in piedi
Io resterò
Io resterò
        Lam
In piedi   in piedi
Resisterò
Eh…

Strum:Do Sib Fa
      Do Lam Sib Fa
      Do Sib Fa(sfuma ad lib.)


STELLA CIECA(Vattai,Vecchi,Carletti)

Intro(violino):La

    La
Hai tanti sogni in più
  Re              Mi
E tante voglie in meno
   La
Ed un amore vero
    Re           Mi
Per tutte le tue cose
    La
Hai letto tanti libri
Re         Mi
E disegni spesso
       La
Hai un sogno nel cassetto
  Re               Mi
E dentro c’è anche lui,
         La
sì anche lui

Strum:La

Hai tanti sogni in più
E hai voglia di scoprire
Un cuore più sincero
Nelle persone vere

Hai visto tante cose
Hai girato il mondo
E poi sei ritornata              La
E poi tu sei volata via con lui

Do#m  Fa#m  Re         Mi
E           hai mille paure
Do#m  Fa#m  Re        Mi
Ma          sono sfumature
       Do#m      Fa#m
Di un’  opera completa
   Re           Mi              La
Di una stella accesa che c’è in te

Strum:La

Hai tanti segni in più
Che ti lascia il tempo
Un cuore un po’ più amaro
Il suono di uno sparo

La voglia di mollare
Ormai ti assale spesso
Hai un sogno nel cassetto
E dentro c’è anche lui,sì anche lui

Strum:La

Hai troppi volti in più
E tanti amici in meno
Hai costruito un muro
Per tutte le tue cose

Non esci con nessuno
E non disegni adesso
E il sogno nel cassetto               La
Ormai lui non c’è più,lui non c’è più

E hai mille paure
Ma sono sfumature
E hai mille paure
Ma sono sfumature
Di un’opera incompleta              La
Di una stella accesa che c’è in te


E hai mille paure
Ma sono sfumature
E hai mille paure
Ma sono sfumature
Di un’opera incompleta         Do#m Fa#m
Di una stella cieca che c’è in te
Re          Mi
Na na na na na na
Do#m  Fa#m    Re       Mi
 E            na na na na na na

Strum:Do#m Fa#m Re Mi(3v)

Finale:La






CONFESSO(Carletti,Cerquetti,Mei,Reggioli)

Nel ritornello il Fa/La va preso così:
587565

Intro(violino):Rem La7 Rem La7 Rem La7 Rem La7 Rem
               Rem La7 Rem La7 Rem La7 Rem La7 Rem


       Rem    Do    Sib
Sai qual’è la distinzione
         Rem     Do   Sib
Tra confidarsi e confessare
      Rem  Do    Sib
La sottile convinzione
      Fa   Do    Rem
Di un costo da pagare
      Rem    Do   Sib
Ma la confessione mente
        Rem      Do    Sib
E la menzogna confessa sempre
     Rem         Do      Sib
Tuttavia può non cambiar niente
        Fa       Do    Fa
Ma la premessa è essenziale

   Fa
Confesso
 Solm     Fa/La
Detesto i legami
   Sib          Fa
Le pigre assuefazioni
       Solm         Fa/La     Do4
E sono stanco degli inganni formali
Do    Fa
Ti confido
 Solm       Fa/La
Adoro l’ abitudine
       Sib       Fa
Le tue ovvie opinioni
       Solm          Fa/La             Do4 Do
E tutto ciò che di comune e umano è in te

Strum: Rem La7 Rem La7 Rem La7 Rem La7 Rem

Ti amo per la bellezza
E l’avvenenza delle forme
Una manifestazione
D’eleganza e di pensiero

La tua quotidianità materna
È densa di volontà
Mi conforta sempre il calore
La tua normalità

Confesso
Detesto i legami
Le pigre assuefazioni
E sono stanco degli inganni formali

Ti confido
Adoro l’ abitudine
Le tue ovvie opinioni
E tutto ciò che di comune e umano è in te

Io confesso
Detesto i legami
Le pigre assuefazioni
E sono stanco degli inganni formali

Ti confido
Adoro l’ abitudine
Le tue ovvie opinioni
E tutto ciò che di comune e umano è in te

Strum: Rem La7 Rem La7 Rem La7 Rem La7 Rem
       Rem La7 Rem La7 Rem La7 Rem La7 Rem

Sai qual’è la distinzione
Tra confidarsi e confessare
La sottile convinzione
                 Fa
Di un costo da pagare


CORPO ESTRANEO(Carletti,Cerquetti,Falzone,Mei)

Intro:Rem Fa Sib Do

Rem                 Fa
   Al di là del muro  un destino sconosciuto
Sib              Do
   Esistenze mute  mai di ordine inferiore
Rem                Fa
   Uomini pensieri,sogni ignorati
Sib                 Do
  Siamo ammassati e soli..

Al di là del muro c’è il fiore che ho perduto
Una sera di maggio che poi ho dimenticato
Gente stagioni sguardi mai incontrati
Siamo ammassati soli dietro al muro..
          Rem
Tutti in guardia che all’orizzonte
       Sib         Do
C’è il corpo estraneo

       Rem
Tutti armati in via preventiva
           Sib         Do
Qui c’è il corpo estraneo

Al di là del muro  un destino sconosciuto
Esistenze mute  mai di ordine inferiore
Uomini pensieri,sogni ignorati
Siamo ammassati e soli..

Tutti in guardia che all’orizzonte
C’è il corpo estraneo
Tutti armati in via preventiva
Qui c’è il corpo estraneo
        Rem           Fa
Tutti armati in fila dentro l’ era
    Sib         Do
Del corpo estraneo
        Rem         Fa
Tutti armati in via preventiva
           Sib        Do
Qui c’è il corpo estraneo..

Strum:Rem Fa Sib Do Rem Fa Sib Do

Al di là del muro  un destino sconosciuto
Esistenze mute  mai di ordine inferiore
Uomini pensieri,sogni ignorati
Siamo ammassati e soli..

Tutti in guardia che all’orizzonte
C’è il corpo estraneo
Tutti armati in via preventiva
Qui c’è il corpo estraneo
        Rem           Fa
Tutti armati in fila dentro l’ era
    Sib         Do
Del corpo estraneo
        Rem         Fa
Tutti armati in via preventiva
           Sib        Do
Qui c’è il corpo estraneo..

Strum:Rem Fa Sib Do(Sfuma ad lib.)


STRINGI I PUGNI(Sacco,Carletti,Salvatori)

Il Sib7+ va preso così:x13231

Intro(Chitarra):Do Fa Do Fa Rem Sib7+ Do Rem Sib

Do             Fa
  Non cambiare mai
Do             Fa
  Non cambiare mai
Rem                    Sib  Do
  Non barattare le tue lacrime
Rem                   Sib
  Tu sei forte se lo vuoi

Hai ragione sai
Ad esser come sei
Non è vero che sei debole
Perché cerchi l’impossibile

Sol            Fa      Do
  Adesso dimmi cosa ne fai
Sol                    Fa      Do
  Dei sentimenti finti cosa ne fai
     Sol                Fa   Do
E le religioni dell’apparire
      Sol
E dei tuoi sensi di colpa  dimmi..

 Do
Stringi i pugni
 Sol
Stringi i pugni
 Fa                Do
Stringi i pugni e sarà
Do
Come il gioco
Sol
Di un’età
Fa         Do
Mai andata via

Non cambiare mai
Non cambiare mai
E se ti dicono di smettere
Sogna ancor più forte

Hai ragione sai
Ad esser come sei
Credi ancora nelle favole
È il modo giusto di difenderti

Adesso dimmi cosa ne fai
Dei sentimenti finti cosa ne fai
E le religioni dell’apparire
E dei tuoi sensi di colpa  dimmi..

Stringi i pugni
Stringi i pugni
Stringi i pugni e sarà
Come il gioco
Di un’età
Mai andata via
         Lam        Fa
Come un sogno un’utopia
        Do          Sol
Con un pizzico di magia
    Lam           Fa
Io questo sono e così sia
           Do          Sol
Stringi i pugni e vola via

Stringi i pugni
Stringi i pugni
Stringi i pugni e sarà
Come il gioco
Di un’età
Mai andata via

Come un sogno un’utopia
Con un pizzico di magia
Io questo sono e così sia
Stringi i pugni e vola via

Strum:Do Fa Do Fa Rem Sib Do Rem Sib(sfumando ad lib.con vocalizzo)


VULCANI(Carletti,Cerquetti,Mei)

Intro(Pianoforte):Lam Rem Lam Sol Lam Rem Lam Sol

Lam        Rem           Lam
   Da una finestra spalancata
Sol       Lam Rem Lam Sol
Verso il sole
Lam             Rem       Lam
  Se chiudo gli occhi riconosco
 Sol  Lam   Rem Lam Sol
Esattamente
Fa
  Nei gesti quotidiani
Sol                Lam  Rem Lam Sol
Mani colme di devozione
Fa
  Ed una volta ancora
Sol                Lam
Mi ritrovo qui a pensare
                     Sol
Cosa spinge alcuni a costruire nidi
    Fa
A restare
                 Sol
Altri come noi a non fermarsi mai


   Rem   Lam
E andare sempre avanti
Do               Sol
Gettare il cuore oltre le fiamme
    Rem    Lam
E andare ancora avanti
    Do              Sol
Di giorno e di notte..

Strum:Lam Rem Lam Sol Lam Rem Lam Sol

Di tanto in tanto in certi oggetti
I più comuni
Io misteriosamente avverto
La nostalgia
E in certi lunghi e muti
Sguardi di una vita in comune
E tutto ricomincia
In un tempo che è circolare
Un padre torna è sera luci accese
Ad aspettare
Altri invece come noi che non si fermano

Mai e andare avanti
Gettare il cuore oltre le fiamme
E andare ancora avanti
Di giorno e di notte..

E andare sempre avanti
Gettare il cuore oltre le fiamme
E andare ancora avanti
Di giorno e di notte..

Strum:Rem Lam Do Sol Rem Lam Do Sol

Da una finestra spalancata
Verso il sole
Se chiudo gli occhi riconosco
Esattamente
Nei gesti quotidiani
Mani colme di devozione
Ed una volta ancora
Mi ritrovo qui a pensare
Cosa spinge alcuni a costruire nidi
A restare
Altri come noi a non fermarsi mai


E andare sempre avanti
Gettare il cuore oltre le fiamme
E andare ancora avanti
Di giorno e di notte..


E andare sempre avanti
Gettare il cuore oltre le fiamme
E andare ancora avanti
Di giorno e di notte..

Strum:Rem Lam Do Sol Rem Lam Do Sol(sfuma ad lib.)


SOLDATO(Carletti,Cerquetti,Mei)

Intro(Pianoforte):Do#m La Si
     (Piano + violino):Do#m La Si Do#m La Si

Do#m
   Attraverso un bicchiere di rum
           Si               Do#m
La vita di un soldato è solo un dettaglio
Do#m
   Qualcosa di indistinto che accade
       Si       Do#m
In un breve intervallo
       Si                     Do#m
Un frammento una scheggia del tempo
          Si                   Fa#m  Do#m
Che non bastò neppure a dirle addio

               Mi
Dio sa com’era bella
    Si
E rideva
       Fa#m             Do#m
Ogni ragione ha la sua guerra
                     Mi
Tu prendi il torto e resta
    Si
E rideva
    Fa#m       Sol#m
Dio sa com’era bella

Strum:Do#m La Si

Attraverso un reportage in TV
La vita di un soldato è un uniforme nuova
Una foto così allegro e orgoglioso
Stretto forte a mamma col vestito nuovo
Un frammento una scheggia del tempo
Che non bastò neppure a dirle addio

Dio sa com’era bella
E rideva
Ogni ragione ha la sua guerra
Tu prendi il torto e resta
E rideva
Ogni ragione ha la sua guerra
Tu prendi il torto e resta
E rideva
Dio sa com’era bella

Strum:Do#m La Si Do#m La Si

Attraverso un bicchiere di rum
La vita di un soldato è solo un dettaglio
Qualcosa di indistinto che accade
In un breve intervallo
Un frammento una scheggia del tempo
Che non bastò neppure a dirle addio

Dio sa com’era bella
E rideva
Ogni ragione ha la sua guerra
Tu prendi il torto e resta
E rideva
Ogni ragione ha la sua guerra
Tu prendi il torto e resta
E rideva
Dio sa com’era bella

Strum:Do#m La Si(4v sfumando ad lib.)
Finale(Solo piano):Do#m La Si Do#m


LA VOCE DELL’AMORE(Satta Flores,Vecchi,Carletti)

Il Mi5 va preso così:079900
La5:002200
Il Sol5 e Sol#5 con una chitarra distorta vanno presi con i power chords così:x101212xx e x111313xx,altrimenti normalmente con il barrè al 2° e 3° capotasto(355433 e 466544)
Il Re5 va preso con i power chords:x566xx

Intro(Distorsion guitar):Mi5 Sol5 Sol#5 La5
                         Mi5 Sol5 Sol#5 La5
                         Mi5 Sol5 Sol#5 La5
                         Mi5 Sol5 Sol#5 La5


Mi                       Re
Penso che sia il caso di stare tutti all’ erta
  Mi                     Re           La
Attorno tira un vento testardo e silenzioso
     Mi                        Re
Che guida i nostri istinti controlla gli ideali
    Mi                       Re         La
Ci sta prendendo in giro tagliandoci le ali

Strum:Mi5 Sol5 Sol#5 La5 Mi5 Sol5 Sol#5 La5

C’è chi racconta in giro che vuol cambiare tutto
Se stai con lui sei bravo sennò sei un farabutto
Lo scandalo spaventa chi non è intelligente
Perché tra nero e bianco c’è sempre tanta gente

Do#m                 La            Mi
Sono programmato per non sbandare troppo
   Do#m                   La        Si
Io navigante in corsa con il timone rotto

              Mi5                    Re5   La5
La voce dell’amore ha un soffio verticale
                        Mi5                   Re5 La5
Di un grande cielo e un sole non lo si può ferma  re
              Mi5                 Re5   La5
La voce dell’amore respiro orizzontale
                         Mi5                  Re5 La5
Di un grande fuoco e un cuore non lo si può cambiare

Strum: Mi5 Sol5 Sol#5 La5 Mi5 Sol5 Sol#5 La5

Credo che sia tempo di non sprecare tempo
Di preparare il conto anche se ti senti stanco
Per tutte le ingiustizie che vedi fra la gente
Per non sentire ancora che non cambierà mai niente

Sono programmato per non sbandare troppo
Io navigante cieco con il timone rotto
Una canzone è figlia di ciò che respiriamo
Sulle ferite il sale ma guai se non lottiamo

La voce dell’amore ha un soffio verticale
Di un grande cielo e un sole non lo si può fermare
La voce dell’amore respiro orizzontale
Di un grande fuoco e un cuore non lo si può cambiare

La voce dell’amore ha un soffio verticale
Di un grande cielo e un sole non lo si può fermare
La voce dell’amore respiro orizzontale
Di un grande fuoco e un cuore non lo si può cambiare

Strum:Mi5 Re5 La5 Mi5 Re5 La5 Mi5 Re5 La5
      Mi5 Sol5 Sol#5 La5 Sol5 Sol#5 La5 Sol5 Sol#5 La5

Assolo chitarra + fill.batteria

Finale:Mi5

Grazie ai nomadi per questo ennesimo capolavoro che ci hanno regalato

SEMPRE E SOLO E ANCORA NOMADI