Auschwitz.crd


From: "Marco Sandrone" <violfu@tin.it> Date: Thu, 4 Nov 1999 18:27:43 +0100
RE SI- Son morto che ero bambino SOL RE son morto con altri cento MI- LA RE passato per un camino MI- LA RE ed ora sono nel vento MI- LA RE ed ora sono nel vento DO/LA.... Ad Auschwitz c'era la neve e il fumo saliva lento nei campi tante persone che ora sono nel vento che ora sono nel vento Nel vento tante persone ma un solo grande silenzio E' strano, non riesco ancora a sorridere qui nel vento a sorridere qui nel vento No, io non credo che l'uomo potra' imparare a vivere senza ammazzare e che il vento mai si posera' e che il vento mai si posera' Ancora tuona il cannone ancora non e' contenta di sangue la belva umana e ancora ci porta il vento e ancora ci porta il vento Ancora tuona il cannone ancora non e' contento saremo sempre a milioni in polvere qui nel vento in polvere qui nel vento

Auschwitz by Francesco RE SIm Son morto con altri cento, SOL RE son morto ch'ero bambino DO LA RE passato per il camino, LA RE e adesso sono nel vento, LA RE DO LA e adesso sono nel vento. RE SIm Ad Auschwitz c'era la neve, SOL RE il fumo saliva lento DO LA RE nel freddo giorno d'inverno LA RE e adesso sono nel vento, LA RE DO LA e adesso sono nel vento. RE SIm Ad Auschwitz tante persone SOL RE ma un solo grande silenzio, DO LA RE Ŕ strano non riesco ancora LA RE a sorridere qui nel vento, LA RE DO LA a sorridere qui nel vento. RE SIm Io chiedo come pu˛ l'uomo SOL RE uccidere un suo fratello, DO LA RE eppure siamo a milioni LA RE in polvere qui nel vento, LA RE DO LA in polvere qui nel vento. RE SIm Ma ancora tuona il cannone, SOL RE e ancora non Ŕ contenta DO LA RE di sangue la bestia umana, LA RE e ancora ci porta il vento, LA RE DO LA e ancora ci porta il vento. RE SIm Io chiedo quando sarÓ SOL RE che l'uomo potrÓ imparare DO LA RE a vivere senza ammazzare LA RE e il vento si poserÓ, LA RE e il vento si poserÓ... (ad libitum sfumando) SEMPRE NOMADI