Auschwitz.crd

Modena city ramblers
Auschwitz
by michele "ebenezer"

il giro Ŕ lo stesso in tutta la canzone

Re sol la re

Re            Si-
Son morto con altri cento,
Sol            Re
son morto ch'ero bambino:
Do      La     Re
passato per il camino,
Do       La    RE
e adesso sono nel vento.

Re sol la re


Ad Auschwitz c'era la neve:
il fumo saliva lento
nel freddo giorno d'inverno
e adesso sono nel vento.

Ad Auschwitz tante persone,
ma un solo grande silenzio;
Ŕ strano: non riesco ancora
a sorridere qui nel vento.

Io chiedo come pu˛ l'uomo
uccidere un suo fratello,
eppure siamo a milioni
in polvere qui nel vento.

Ancora tuona il cannone,
ancora non Ŕ contento
di sangue la belva umana,
e ancora ci porta il vento.

Io chiedo quando sarÓ
che l'uomo potrÓ imparare
a vivere senza ammazzare,
e il vento si poserÓ

sono i primi accordi che trovo ad orecchio...spero sian giusti!