1950.pro


From: "Angelo Giuntini" <a.giuntini@pisa.iol.it> Date: Fri, 23 Mar 2001 09:11:27 +0100
{t:1950} {st:Amedeo Minghi} {two_column_on} [Am7]Come profumi, che gonna, che bella sei, che gambe e che passi sull'asfalto di [F]Rom[Am]a,[C] [F]Seren[G]ella in questo vento di mare e di pini, nel nostro anno tra la guerra e il duem[C]ila:[C7+][C] d[Am7]al conservatorio all'universita' [Am] la bicicletta non v[F]a[F7+] [E] e tu che aspetti m[Am]e, [Dm7] con i capelli gi[G]u', [E7] io li accarezzer[Am]o' [F6] seduti al nostro caff[G]e', [E7]Seren[Am]ella. La r[C]adio trasmetter[C7+]a' la canz[C7+/9]one che ho pensato per t[C]e e f[Am7]orse attraverser[Em]a' l'oc[C]eano lontano da n[Am7]oi: l'ascolter[F7+]anno gli americ[Dm]ani che proprio i[F7+]eri sono andati v[Dm]ia e con le l[Em]oro camicie a fi[G]ori col[Em]orano le nostre v[G]ie e i nostri gi[Dm6]orni di primav[F]era che prof[Dm6]umano dei tuoi cap[F7+]elli e dei tuoi [Bb4/5]occhi cosi' belli spalanc[Bb]ati sul fut[Gm7]uro e chiusi su di m[C]e nel novecentocinqu[F]anta,[F7+] [F] nel novecentocinqu[Dm]anta. {column_break} [Am][F9][Dm][Bb7+][Bb6][Bb][Gm][Bb][C7] Am[Bb]ore ma c[Gm]ome stiamo b[C]ene al [Bb]sole[F], am[Bb6]or[Bb]e da quest'[Gm]anno tu sar[C]ai con m[F]e.[F7+] E' t[Am7]ondo quest'anno e' come un pallone che tiro diretto e che bell'effetto al mio cu[F]or[Am]e;[C] [F] Seren[G]ella coi soldi e cravatte, vestiti e dei fiori e una vespa per correre insieme al m[C]ar[C7+]e,[C] al m[Am7]are di questa citta', alle onde, agli spruzzi che escono fuori dalle nostre font[F]ane[F7+] [E]e se c'e' un po' di v[Am]ento [Dm7] ti bagnerai,[G] [E7] mentre aspetti m[Am]e [F6] seduta al nostro caff[G]e', [E7]Seren[Am]ella. {comment:Ripete La radio trsamettera'..} [F]E ti [Bb]amo, ti amo forte al s[Bb7+]ole, questo sole che sembra vic[Bb]ino, Seren[Bb6]ella io voglio un bamb[Dm]ino nei nostri gi[F]orni di primav[Bb]era: lo pens[Eb7+]eremo come una canz[Cm]one, Seren[Eb7+]ella ti porto al sole, Seren[Gm]ella ti porto al m[F]are. {comment:Ripete La radio trsamettera'..}