Sincero e leggero.crd


From: "Roberto Paterniti" <robepate@tin.it> Date: Sat, 30 Nov 2002 22:13:27 GMT
SINCERO E LEGGERO - Gianluca Grignani (robepate@tin.it) INTRO : La? Si? La Mi La Fa#m Sincero, e leggero come non conviene Mi La ma d'altronde questo è il fiume Fa#m che mi trovo nelle vene. La Fa#m Mi Ladro, di istanti di felicità, immensa La Fa#m Mi ----> (Slide) nonostante queste terre chiuse che la vita da. RIT: Mi La Più paura non ho, Si se mi perSi in quel che sento dentro Mi per un altro po'. Mi La Perchè piangere so, Si come tutte quelle volte Mi che la vita mi ha già detto no, La perchè sono un uomo Mi e non devo vivere chiedenSi perSino. La Fa#m Fragile, ma agile come mi viene Mi La del resto sai c'è sempre Fa#m a chi non Mii mai troppo bene. La Fa#m Mi Cerco anch'io, di credere a una verità, e sbanSi La Fa#m Mi
perchè è un male lei leale che pietà non ha. RIT: Mi La Più paura non ho, Si se mi perSi in quel che sento dentro Mi per un altro po'. Mi La Perchè piangere so, Si come tutte quelle volte Mi che la vita mi ha già detto no, La perchè sono un uomo Mi e non devo vivere chiedenSi perSino. FINALE: Mi Io non ho mai chiesto niente di più La di quello che mi hai dato tu. Mi Io ho soltanto cercato di capire La quel che poi sai nel fonSi riesce a Mirmi soffrire. Mi La E ora brillo, che quasi scintillo Mi La quaggiù e non lassù, quaggiù Mi come una stella cadente La che cade in volo dal niente Mi e brucerò in volo per sempre La come una stella cadente Mi sarò.