E poi.2.pro

From: "Fabrizio `fungo` Vancardo"
Questa trasposizione Ŕ quella postata da Luciano Pulvirenti riveduta e approfondita.
Tenendo conto delle atmosfere e delle complesse armonie del brano originale difficili da rendere
solo attraverso un unico strumento. Con questo tabulato, credo, ci avviciniamo parecchio. 
Si potrebbe dire che si tratta, questa che ho postato, di una versione PRO/plus.
Come dire, un aggiornamento.


E POI - Giorgia

[Dm7]E poi, e[Am7] poi,      e[Bb] poi sarÓ come mo[F9/C]rire ca[Gm7]dere gi¨
n[F7+]on arrivare mai [Am/E]
[Dm7]e poi s[Am7]arÓ       e [Bb]poi sarÓ come bruc[F9/C]iare
nell'infe[D11]rno c[Dm7]he[Em7/5-] imprigio[D11]na
e se ti c[F9/C]hiamo amore tu non[F7+] ridere se ti [Eb7+]chiamo amore

[Dm7]E poi, e [Am7]poi,      e[Bb] poi sarÓ come mo[F9/C]rire l[Gm7]a notte
che, che[F7+] non passa mai [Am/E]
[Dm7]e poi s[Am7]arÓ        e[Bb] poi sarÓ come impa[F9/C]zzire in un
vuo[Dm11]to c[Dm7]he abbando[Em7/5-]na
e se ti [F9/A]chiamo amore tu non [F7+/C]ridere se ti [Eb7+]chiamo amore

[F]amore che non v[Cm7]ola che ti [Eb]sfiora il viso e ti ab[F]bandona
[F]amore che si chi[Cm7]ede ti fa r[Eb]espirare e poi ti ucci[F]de
[Bb]e poi, e [F9/A]poi ti d[Gm7]imentica ti lib[F]era [F/A]
[Bb]e poi, e [F9/A]poi la [Gm7]notte che,che non pass[F9/C]a mai
[Eb]la notte che, che[F4] non passa mai

[Dm7]E poi,  e[Am7] poi,      e[Bb9] poi sarÓ come spa[F9/A]rire nel vuo[Gm7]to
che, che non smette[F9/C] mai
[Dm7]e poi s[Am7]arÓ       e[Bb9] poi sarÓ come mor[F9/A]ire se vorra[D11]i
anda[Dm7]re v[Em7/5-]ia
e se [F9/C]ti chiamo amore tu non[F7+] ridere se ti ch[Eb7+]iamo amore

[F7+]amore che non vo[Cm7]la che ti s[Eb7+]fiora il viso e ti a[F/A]bbandona
[F7+]amore che si chi[Cm7]ede,    [Eb7+]                             [F/A]
[F7+]amore che si [Cm7]spiega ti fa re[Eb]spirare e poi ti uccide
[Bb7+]e poi, e [F9/A]poi ti di[Gm7]mentica ti lib[C11]era
[Bb7+]e poi, e[F9/A] poi [Gm7]ti libera[Eb]     [F]
[Bb9]e poi, e[F9/A] poi l[Gm7]a notte che, c[F9/A]he non passa mai
[Eb]la notte che, che [F7/C]non passa mai
[Dm7]e poi s[Am7]arÓ         e[Bb7+] poi sarÓ come mo[F9/C]rire
[Gm7]la notte che, che [F6/9]non passa mai