Un giorno vedrai.crd


UN GIORNO VEDRAI Massimo Di Cataldo
e|
B|---3
G|-0
D|
A|
E|
Sol Re Ci sono certi giorni che non mi va d'uscire Mi- Mi-7 Do Mi chiudo solo in casa davanti alla TV Re4 Re Ma non la guardo più. La- Mi- Re E aspetto fino a sera per tirarmi su, Sol Do Re Sol E poi volare ancora Re Mi- Mi-7 Do Con la memoria là dove sono cresciuto a salutare chi La- Sol Re4 Re Da bambino immaginava insieme a me la sua libertà. La gente che ho lasciato, chi mi ha dimenticato Gli sguardi che ho rubato e le risate insieme A qualche vecchio amico La vita ci ha spezzato, a volte ci ha tradito, Ma non ci piegherà Finché rimane in noi la voglia di volare e già capisci che Questo mondo vale più di quel che dà e un giorno vedrai Sol Si- Do Si- Sorriderò, sorriderai e sopra le nuvole scoprirai Do Mi- La- Re Nuove pianure e poi città dove rinasce quel che finisce Sol Si- E un nuovo giorno sarà immenso per noi Do Mi- Che non abbiamo avuto mai Do Re4 Re Sol Le carezze di una vita un po' distratta per i fatti suoi. Re Mi- Do Di tempo ne è passato, e se mi guardo dentro Cercando un risultato Mi accorgo solo che è più quello che ho perso. E a volte l'esperienza non insegna niente Se poi non credi più Che basta così poco per poter volare con la fantasia. Apri le tue ali amico insieme a me, e se ancora vuoi... Sorriderò, sorriderai e sopra le nuvole scoprirai Nuove pianure e poi città dove rinasce quel che finisce E un nuovo giorno sarà immenso vedrai Per chi non ha avuto come noi Le carezze di una vita un po' distratta per i fatti suoi. Per chi non ha avuto come noi Le carezze che una vita un po' distratta Non ci ha regalato mai. Intro Gabrix gabrieletomatis@yahoo.com