La panchina.crd

Trascritta da Pier82m - pierpetti@tele2.it

Peppino Di Capri - La panchina


Sib            Rem            Solm      Fa
Solo su una panchina leggeva dentro di sé
 Mib
l'anima come un giornale,
Solm Dom                 Fa4Fa
     vecchio da accartocciare.
Sib                Rem            Solm       Fa
   Un passato ingiallito ai piedi suoi si posò
Mib             Fa              Sib
solo su una panchina si addormentò
Fa  Som                Mib         Sib             Fa
      Ma un angelo per caso passava lì e si mise accanto,
Solm                Mib           Sib                   Fa    Sol
    i suoi capelli bianchi accarezzò e il vecchio per incanto
Do             Mim      Lam      Sol
Ridiventò bambino e sorrideva perché
  Fa
stringeva tra le mani,
Mim Rem               Sol4 Sol
      speranze del domani
Do              Mim             Lam        Sol
E il più bell'aquilone del mondo  da lui volò
  Fa           Sol             Do
e anche la primavera si risvegliò.
Sol Lam                  Fa             Do               Sol4Sol
      E venne il tempo e disse stasera io gli faccio un favore,
Lam                 Fa            Do               Sol4Sol
   ritorno a quando lui si sedeva lì col suo primo amore
Re                   Sol          Re              LA
  E venne il cielo a dire stasera io accendo le stelle
        Fa#m               Sol
e a quei due innamorati su quella panchina
Fadim               La4   La
    offrirò le più belle
Re                Fa#m        Sim      La
Han visto una panchina di notte volare via
Sol                   Fa#m Mim              La4La
E mille e più panchine     seguire la sua scia
Re              Fa#           Sim        La
Con sopra tanta gente che non aveva più età
 Sol            La                 Mib
Stanotte diamo stelle a chi non ne ha...

Strum: Solm  |  Dom  |  Sib  |  Lab     | Solm Fam | Sib4 Sib |

       Mib   | Solm  |  Dom  |  Lab  |  Dom  |  Sib  |  Lab  |

 Sib           Rem            Solm     Fa
Solo su una panchina l'hanno trovato così
Mib
Quel che è sembrato strano
        Fa                 Sib
È che aveva una stella in mano.