Bufalo bill.pro

From mau@beatles.cselt.it Sun Dec 20 21:08:49 1998
Share&enjoy, .mau.

{title: Bufalo Bill}
{subtitle: Francesco De Gregori}
{pack_song}
# trascrizione: Maurizio Codogno (mau@beatles.cselt.it)
# Utilizzabile solo a fini didattici, di studio e di ricerca,
# ai sensi dell'art.2, legge 159/93
#
\[Do]Il paese era molto giovane, 
i soldati a cavallo eran la sua difesa
Il verde brillante della prateria 
dimostrava in maniera lampante 
l'esistenza di Dio,
del Dio che progetta la frontiera 
e costruisce la ferrovia.

A quel tempo io ero un [Do]ragazzo 
che giocava a ramino e fischiava alle donne
Credulone e romantico 
con due baffi da uomo.
\[Rem]Se avessi potuto scegliere tra la [Sol]vita e la morte,
\[Rem]Tra la vita e la [Sol]morte avrei scelto l'A[Do]merica ...
uuh uuh [Lam]uuh...[Sol]   uuh uuh [Do]uuh!  [Lam]... [Sol]  uuh uuh [Do]uuh!

\[Fa]Tra bufalo e locomotiva
\[Do]la differenza salta agli occhi
\[Re]la locomotiva ha la strada segnata,
il [Sol]bufalo [Lam7]può scar[Sol/Si]tare di [Sol7]lato 
e ca[Fa]dere:
questo decise la [Do]sorte del [Lam]bufalo,
l'avve[Rem7]nire dei miei [Sol7]baffi
e il mio mes[Do]tiere. [La]

[Re]  [Re4]  [Re]  [Re4]
Ora ti [Re]voglio dire,
c'è chi [Sol]uccide [Fa#m]per rubare
\[Mim]e c'è chi uccide per a[La7]more
\[Sol]Il caccia[La]tore uccide sempre per gio[Re]care,
\[Si7]io uccidevo per [Mim]essere il migliore.

\[Re]Mio padre guardiano di mucche,
\[Sol]mia [Fa#m]madre una contadina,
\[Mim]io unico figlio, biondo [La7]quasi come Gesù,
\[Sol]avevo pochi [La]anni e vent'anni sembran [Re]pochi
\[Si7]poi ti volti a guardarli e non li [Mim]trovi [La]più...

[Re]         [Re][Re7+][Re7]
\[Sol]E mi ricordo infatti un pomeriggio triste
\[Re]io col mio amico Culodigomma, famoso meccanico
\[Sol]sul ciglio di una strada a contemplare l'America
\[Re]diminuzione dei cavalli, aumento dell'ottimismo
\[Mi]mi presentarono i miei cinquant'anni
e un con[La]tratto col [Sim7]circo Pace e [La/Do#]Bene
a gi[La7]rare l'Eu[Sol]ropa
e fir[Re]mai col mio [Sim]nome fir[Mim]mai,
e il mio [La7]nome era Bufalo [Re]Bill....[Sim]
uuh uuh [Re]uuh... [Sim]...   uuh uuh [Re]uuh!
[Re]      [Re][Re7+][Re7]      [Sol]      [Solm]     [Re6]
#
##
## Una ballata di De Gregori (che per una volta si strozza arrivando fino
## al sol acuto...) dove si possono vedere molto bene le caratteristiche
## compositive del nostro, che tende a usare gli accordi classici, piegando
## la melodia al testo e aggiungendo ogni tanto qualche trucchetto armonico
## inaspettato.
## 
## Il brano inizia in do maggiore, con una modulazione a metà verso il re
## maggiore: la sua struttura è
## 
## Intro - Strofa - Rit. 1 - Intermezzo - Rit. 2 - Outro (strum.)
## 
## anche se devo ammettere che ho barato un po' a dare i nomi, visto che non
## c'è poi tutta quella differenza: ma come noto sono un maniaco dell'ordine.
## 
## Vediamo piuttosto come funzionano le strutture.
## 
## 
## Introduzione: 
## 
## Niente da dire sulla prima parte: è un unico accordo di do maggiore
## (con qualche accenno di sesta aggiunta), e anche la melodia si limita
## quasi solo alle note che compongono l'accordo di do.
## 
## 
## Strofa:
## 
## Finalmente ci si schioda dal do, si aggiunge la base ritmica e ci si
## accorge che il tempo è un inconsueto 3/4, più che un 6/8 anche possibile.
## 
##                |Do     |  (8x)
## Do:             I
##    ... ero un raGAZzo che giocava a ramino ...
## 
##       |Rem   |      |Sol   |      |Rem   |      |Sol   |       |
##        ii            V             ii            V
## 
##       |Do    |      |      |      |Lam   |      |      |. Sol . |
##        I                           vi                     V
## 
##       |Do    |      |      |      |Lam   |      |      |. Sol . |
##        I                           vi                     V
## 
##       |Do    |      |      |      |
##        I                           
## 
## Nelle 36 battute abbiamo un inizio con ben otto battute ancora sul do
## (un modo come un altro per stabilire la tonalità!), quindi un secondo
## gruppo di otto battute che non è nient'altro che una cadenza allungata di
## nuovo verso il do. Le successive 16 battute usano la classica struttura
## che alterna la tonica (il do) con la relativa minore (il la minore),
## con un sol maggiore aggiunto in fondo tanto per dare l'idea (ancora una
## volta!) di una cadenza. Insomma, gli accordi si sono un po' mossi ma
## siamo sempre in do, non c'è dubbio. Solo con l'ultima battuta, il basso
## sembra accennare a una modulazione verso il Fa maggiore, modulazione che -
## ovviamente - non ci sarà.
## 
##       
## Ritornello 1:
## 
##       |Fa    |      |      |      |Do    |      |      |      |
## Do:    IV                          I
## 
##       |Re    |      |      |      |Sol   |Lam7  |Sol/Si|Sol7  |
##        V-di-V                      V   
## 
##       |      |Fa    |      |      |Do    |Lam   |Rem7  |Sol7  |
##               IV                   I      vi     ii     V
## 
##       |      |Do    |      |La    |      ||Re    |Re4   |Re    |Re4   |
## Do:           I             VI
## Re:                         V              I
## 
## Il ritornello, almeno nella sua prima incarnazione, presenta un numero
## strano di battute, per la precisione 29. Le prime 16 continuano col
## solito passo lento: ho indicato il re maggiore come quinta-di-quinta,
## e non ho messo numeri romani sotto gli accordi delle battute 14-16,
## perché in realtà si ha semplicemente una cadenza molto arzigogolata,
## tanto che si piglia una battuta in più...
## 
## ... e si scopre che in realtà era una falsa cadenza (invece che il do,
## si trova un fa maggiore). Il bello è che questo fa dura solo tre battute,
## e quindi si direbbe che ci siamo rimessi in sesto: falso anche questo,
## perché dopo un rapido giro di do il sol dura due battute invece che
## una. Arriviamo finalmente al do, e scopriamo che c'è un simpatico accordo
## di la maggiore che serve come perno per modulare in re maggiore.
## 
## 
## Intermezzo:
## 
##       |Re    |     |Sol   |Fa#m  |      |Mim   |      |La4   |La7   |
## Re:    I            IV     iii           ii            V
## 
##       |Sol   |La   |      |Re    |      |Si7   |      |Mim   |      |
##        IV     V            I             VI            ii
## 
##       |Re    |     |Sol   |Fa#m  |      |Mim   |      |La4   |La7   |
##        I            IV     iii           ii            V
## 
##       |Sol   |La   |      |Re    |      |Si7   |      |Mim   |La    ||
##        IV     V            I             VI            ii    V
## 
##       |Re        |Re Re7+ Re7|
##        I
## 
## Confesso che ho fatto fatica a contare la battute:l cambio repentino di
## ritmo e stile mi ha spiazzato, e mi rimane impressa l'idea che in realtà
## non ci sono quattro gruppi di nove battute, ma dei normalissimi gruppi
## da otto, e il Nostro rubicchi qua e là il tempo per dare l'impressione
## di avere una battuta in più.
## 
## A parte questa sensazione, possiamo vedere che l'intermezzo si divide in
## due parti praticamente identiche. Armonicamente, il passaggio I-IV-iii
## è un marchio di fabbrica per De Gregori. Lascia invece spiazzati la
## non-cadenza che si ha: normalmente il Si7 in re maggiore può essere visto
## come una V-di-V-di-V (e risolvere quindi con Mi7 - La7 - Re) oppure come
## VI (e risolvere con Mim - La - Re). L'armonia sembra seguire questa
## seconda strada, ma in realtà rimane sospesa sul mi minore, tanto che
## per un istante ci si chiede se non sia cambiata nuovamente la tonalità.
## 
## Nella ripetizione della frase, fortunatamente, si sente l'accordo di la
## maggiore, e la risoluzione in re maggiore (che subito ci manda verso il
## sol... e di nuovo allo stile precedente!)
## 
## 
## Ritornello 2:
## 
##       |Sol   |      |      |      |Re    |      |      |      |
## Re:    IV                          I
## 
##       |Sol   |      |      |      |Re    |      |      |      |
##        IV                          I
## 
##       |Mi    |      |      |      |La    |Sim7  |La/Do#|La7   |
##        V-di-V                      V
## 
##       |Sol   |      |Re    |Sim   |Mim   |La7   |Re    |      |
##        IV            I      vi     ii     V      I
## 
##       |      |      |Sim   |      |      |      |Re    |      |
##                      vi                          I
## 
##       |      |      |Sim   |      |      |      |Re    |      |
##                      vi                          I
##     
## Il secondo ritornello è molto simile strutturalmente al primo, anche
## se il conto delle battute non quadra. Nulla da aggiungere, insomma,
## se non che il finale sfrutta nuovamente il passaggio I-vi.
## 
## 
## Outro:
##      
##      |Re       |Re Re7+ Re7 |Sol       |Solm     |Re6      |
##       I                      V          v         I
## 
## Queste ultime battute, molto rallentate, servono a dare ancora di
## più la sensazione di "canzone country/western che termina". Notare la
## strumentazione (pianoforte e tastiera) e la cadenza che usa l'accordo
## minore della dominante. E a dire il vero, a me vengono in mente "Alla
## sera laggiù nella valle" e "Desperado". Sarà un caso?
##