Il tempo se ne va.pro


From: "Luciano Pulvirenti" <Luciano.Pulvirenti@ctonline.it> Date: Fri, 2 Jun 2000 11:44:56 +0200
Era stata richiesta ai tempi di "Francamente me ne infischio" e il buo Marcello Trois ne aveva postata una versione incompleta. Ho trovato il testo e l'ho completata tanto per farvi vedere che esisto ancora. Luciano {t:Il tempo se ne va} {st:Adriano Celentano} {chords_size: 1} {chords_position: 1} {print_chords:no} {print_major:no} {print_minor:no} {print_seventh:no} {print_bemol:no} {print_bass_not_root:no} {font:Title,Comic Sans MS, 20, 0,true,false} {font:SubTitle,Comic Sans MS, 16, 0,true,false} {font:Lyric,Comic Sans MS, 10, 0,false,false} {font:Chord,Arial, 8, 255,false,true} {font:Comment,Comic Sans MS, 8, 16711680,false,false} {font:Tablature,Courier New, 10, 65280,false,false} {font:Header,Comic Sans MS, 10, 0,true,false} {font:Footer,Comic Sans MS, 10, 0,true,false} {font:Control,MS Sans Serif, 8, 16711680,false,false} {left_margin: 800} {right_margin: 600} {top_margin: 1000} {botton_margin: 1000} {print_orientation: 1} {two_column_on} {comment:(Inizio come E intanto il tempo ...)} [Bm][Em7][F#][F#7][Bm][Em][F#][F#7][Bm] Quel vestito da dove e' sbu[F#]cato che impre[F#7]ssione vederlo indo[Bm]ssato, se ti vede tua madre lo [F#]sai, questa sera fi[F#7]niamo nei [Bm]guai. E' [Em]strano ma sei proprio tu, qua[Bm]ttordici anni o un po' di piu' la tua barbie e' da un po' che non l[F#]'hai, e il tuo passo e' da [F#7]donna ora[Bm]mai Al telefono e' sempre un se[F#]greto, quante [F#7]cose in un filo di [Bm]fiato, e vorrei domandarti chi [F#]e', ma lo so che hai ver[F#7]gogna di [Bm]me. La [Em]porta chiusa male e tu, lo [Bm]specchio ,il trucco ed il seno in su, e tra poco la sera usci[F#]rai, quelle sere non [F#7]dormiro' [Bm]mai. E intanto il tempo se ne [Em7]va e [F#]non ti senti [F#7]piu' bam[Bm]bina, si cresce in fretta alla tua e[Em]ta' non [F#]me ne sono [F#7]accorto [Bm]prima. E intanto il tempo se ne [Em7]va [F#]tra i sogni e le [F#7]preoccupa[Bm]zioni, le calze a rete han preso [Em]gia' il [F#]posto dei [F#7]calze[Bm]ttoni {column_break} Farsi donna e' piu' che normale, ma una figlia e' una cosa speciale il ragazzo magari ce l'hai qualche volta hai gia' pianto per lui La gonna un po' piu' corta e poi, malizia in certi gesti tuoi, e tra poco la sera uscirai, quelle sere non dormiro' mai E intanto il tempo se ne va e non ti senti piu' bambina, si cresce in fretta alla tua eta' non me ne sono accorto prima. E intanto il tempo se ne va tra i sogni e le preoccupazioni, le calze a rete han preso gia -a -a' il posto dei calzettoni ......na.....na... calzettoni...... na.....na...ad..libitum