Maraja'.crd


Da: "Gallax" <gallax@lycosmail.com> Data: sabato, 13. gennaio 2001 23:33
MarajÓ FA ╔ arrivato sul pallone con il botto del cannone ╔ arrivato sul treruote con la gotta sulle gote ╔ arrivato in aerostato, coi forzuti del Caucaso sul Mercedes cabinato Ŕ arrivato il MarajÓ RE- Col monocolo e il ciclofono va in rivista il MarajÓ s'alza l'asta del ginnasta quando passa il MarajÓ si sollevano i manubri dei sollevatori bulgari si spara l'uomo cannone quando passa il faraone apre il mazzo anche il pavone se lo chiede il MarajÓ FA- si scompiscia si sganascia si oscureggia il MarajÓ raglia tutta la marmaglia quando raglia il MarajÓ sguaian forte i commensali versan gli otri ed i boccali il pascialato si stravacca se stramazza il MarajÓ RE- ma zittiscono e squittiscono se sternuta il MarajÓ si stupiscono e svanisono se si acciglia il marajÓ i giannizzeri ottomani fanno guardia ai suoi divani col ventaglio e col serraglio danno lustro al MarajÓ {e cosi via} la circassa su una stola di ermellino si consola gli occhi viola si ristora sui coscini di taftÓ alle corse degli struzzi fa la mostra dei suoi vizi sognan tutti i suoi topazi e diventare MarajÓ MarajÓ! MarajÓ! Astanblanfemininkutan Melingheli stik e stuk Malingut! Con l'Uncino e la Phinanza si rimpinza il MarajÓ tutti accoglie tutti abbaglia tutti ammalia il MarajÓ fa da padre e da padrino alza tutti al suo destino non bisogna pi¨ pensare pensa a tutto il marajÓ ma t'attacca con riguardo tutto il marcio del suo sguardo se non credi pi¨ a nessuno niente crede neanche a te i miei sogni se li Ŕ presi l'uomo nero e non li ha resi l'uomo nero che li tiene e ti trattiene un anno intero m'han coperto tutto d'oro e poi mi han lasciato solo solo, solo qui a pensare a diventare marajÓ MarajÓ! MarajÓ! Astanblanfemininkutan Melingheli stik e stuk Malingut!