Popolo di tammurriata.crd

POPOLO DI TAMMURRIATA 
(Eugenio Bennato) 
Lam                             Sol              Lam  
E mo parlammo ‘e Napule chella città addò so’ nnato
                   Sol                        Lam
c’’a sape tutto o munno ma sape na cosa pe n’ata
                          sol        Lam
Napule sole e maree gente sempe felice 
                       Sol               Lam
ma chesta cartulina o riesto nun t’o ddice
                       Sol               Lam
O riesto è na tammorra ca vene da luntano
                 Sol                     Lam
è o figlia d’o Vesuvio e d’a Sibilla cumana


                      do                            
(Rit) E quanno ero guaglione e ievo pe’ chella strada
                        Fa         Sol7            Lam
      comm’a nu viento passai o popolo d’a tammurriata

                Sol                   Lam
Da Napule a Pomigliano pe’ Santa Anastasia
                   Sol                          Lam
cu l’Africa ‘mmiezo a gente e a musica ‘mmiezo a via
                  Sol                   Lam
Musica certamente ma ce sta nu prufessore
                      Sol                  Lam
ca dice quann’a sente stu fatto nun  va buono
                     Sol                Lam
Dice che musica è chesta me pare nu casino
                       Sol                            Lam
ch’è bona pe’ chella festa ‘e tutta a gente fatta a vvino

                         Do
(Rit) E quanno................

Lam                  Sol                   Lam
A tradizione è morta ma e me che me ne ‘mporta
                Sol                    Lam
va ‘nfreva De Simone si sente sta canzone
                   Sol                  Lam                
Chesta canzone che le parla ‘e n’ata città 
                  Sol                      Lam
ch’è na tammorra che batte e nun se po’ ferma’
                   Sol                           Lam
E che se chiamma Napule e che è a città addò so’ nato
                    Sol                         Lam
e ‘a  sape tutto o munno ma sape na cosa pe’ n’ata


                 Do
E quanno ero guaglione e ievo pe chella strada
                    Fa      Sol7            Lam
comm’a nu viento passai o popolo d’a tammurriata
                   Do
Cu chella musica strana che è fatta cu ppoco e nniente
                   Fa             Sol7
cu na tammorra sultanto e na chitarra battente
                   
Cu chella musica strana ch’è fatta cu ppoco e nniente

cu na tammorra che batte comme o core d’a gente.
 

by scognamiglio.giovann@libero.it