Amare di meno.crd


From: a.giuntini@pisa.iol.it (Angelo Giuntini) Date: Fri, 14 May 1999 12:49:52 GMT
Amare di meno Do Signore, se una volta fossi io Sol di due persone quella che ama meno. . . La- non fossi quello che finisce poi Re- per chieder scusa. Sol Magari mi riuscisse di non dare Fa le cose che io sento devo dare. . . Sol magari fossi io quello che Do chiede le cose. Do Mi- Amare di meno. . . La- Sol non tanto, ma quel poco, quella briciola di meno. Do Mi- Andare piu' piano La- Sol nel regalarmi agli altri come faccio ormai da sempre. Do . . .non ce la faccia mai. . . La- . . .e tocca sempre a me Do La- amare disperatemente e questo tu lo sai. Do Signore, se una volta fossi io Sol ad essere secondo ad un ritardo. . . La- Re- passare dal telefono e non dare uno sguardo. . . Sol Magari mi riuscisse di partire Fa ma senza quella voglia di tornare Sol Do che mi ritrovo dentro e addosso ancor prima di andare. Sol- La7 Per una volta lasciami pretendere, Re- Fa- tenermi mezzo sogno da non spendere DO Sol Do e poi, se vuoi, mi scusero' ancora. . . Do Mi- Amare di meno. . . La- Sol non tanto, ma quel poco, quella briciola di meno. Do Mi- Andare piu' piano La- Sol nel regalarmi agli altri come faccio ormai da sempre. Do . . .non ce la faccia mai. . . La- . . .e tocca sempre a me Do La- amare disperatemente e questo tu lo sai.