Vot.crd


Da: Nicola Utzeri <nutze@geocities.com> Data: venerdì 24 luglio 1998 1.30
V.O.T. MI-7 LA6/SI ma come raglia quella tele MI-7/11 LA6/SI accesa tutto quanto il giorno MI-7 LA6/SI DO ti prego tagliale la lingua è troppo forte LA-7 RE/MI io sono troppo debole LA-7 RE/MI e tu troppo spoglia mi stai intorno LA-7 RE/MI FA9 mi togli l' ukulele dal mio pianoforte MI-7 LA6/SI stanotte ho avuto un incubo MI-7/11 LA6/SI per colpa di questa canzone MI-7/11 LA6/SI DO che la scrivevo ma non era mai finita LA-7 RE/MI poi la suonavo ma chissà LA-7 RE/MI se per un pubblico o un plotone LA-7 RE/MI FA9 ero bendato e fu un' e - se - cu - zio - ne a vita ma prestami la macchina o rompo il vetro con un sasso che devo seminare tutti questi guai e fuggieò ma dove andrò se il mio morale è così basso che già si stà impiccando ad un bonsai come ti pare questo disco? questo disco pare si mi sa una buona idea mi pare appena un po' pesante ma che poppe sante poppe da epopea poppea tu batti sempre su quel tasto e non mi dai un aiutino a battere il mio testo e non il mio testosterone cos'è che ho visto nero nero proprio sotto il grembiulino oh oh davvero complimenti per la trasmissione se spegni il muso alla tivvù io forse un poco mi concentro e questo pezzo me lo termino prima del gong ho un tale rodimento che mi rode fuori r rode dentro che ci vorrebbero le mani di king kong per certi tizi di potere comandare è più di fottere io ho altri vizi anzichè farmi comandare preferisco farmi sfottere da te che mi sfizi che non da quei supplizi vuoti v.o.t. vuoti v.o.t. vuoti con le facce da idioti v.o.t. vuoti v.o.t. vuoti belli beneamati e beoti beati noi abbonati al fatelo da voi ohoh voyeurs ohoh voyeurs ohoh voyeurs ohoh voyeurs ohoh voyeurs ohoh voyeurs ohoh voyeurs ohohoh voyeurs io e te della tribù soccombuto tributo alla tribù dei vuoti v.o.t. vuoti v.o.t. vuoti sempre i soliti noti v.o.t. vuoti v.o.t. vuoti pieni di quattrini e di voti devoti noi restiamo patrioti ci schieriamo coi figli e coi nipoti noi vi guardiamo io spero in dio sempre di più è l'unico quaggiù che ancora alla tivvù non è mai apparso amore mio dai vieni qui e amiamoci così di fronte a quelli lì e un bell'applaiso vuoti v.o.t. vuoti v.o.t. vuoti con le facce da vuoti v.o.t. vuoti v.o.t. vuoti con le facce da