Ragazza di campagna.pro

From: "Guido Menestrina" <gmenestr@tin.it>
Date: Fri, 19 Feb 1999 15:11:42 +0100

{t:Ragazza di campagna} {st:Claudio Baglioni} {comment:Trascrizione di gmenestr@in.it} Chiudi a [A]chiave la porta, mi fai un poco pena, un cef[C#m]fone sul viso, a letto senza cena, quel ros[F#]setto a tuo padre [F#7]non andato [Bm]giu'...[Bm7] e ti [Dm]bruciano ancora quelle [E]cinque dita, mentre as[A]ciughi gli occhi, ma non [F#]sei pentita, "babbo [Bm]me la paghi: do[E]mani scappo [A]via". Ti avvicini allo spegghio, tiri via la gonna, mica male le gambe, sembri gia' una donna, un bottone, poi l'altro e la camicia "et voila'" vola sopra il como', e le scarpe piu' o meno la stessa fine, poi le calze pian piano, come hai visto al cine, poi ti alzi in piedi, e qual che avevi non l'hai piu'. Guardi in [A7]giu' se il tuo seno e' un po' di [D]piu', se e' un po' cresciuto, tiri [Dm]su i [G]tuoi capelli, fai le [C]facce strane come in un film [C7]muto, sara' pec[A]ca[A7]to? "Giuro: n[Dm]on lo faccio [F]piu', caro Ge[C]su', Giuseppe e Ma[D7]ria, vi dono il [Dm]cuore e l'anima [E]mia"... La camicia da notte, quella di tua nonna, poi ti soffi il naso, metti a posto la gonna, togli via il rossetto e con l'acqua del catino ci annaffi i lilla'. Ti fai un giro di valzer con il tuo cuscino, fai a meta' del pane con il canarino, poi con un gran salto fin sopra il letto, op-la'. Ecco qua, come cena pane ed unghie non ti paice, cosa fa...? quel fumetto poi ti va, perche' l'attore e' bello e audace, il segno della croce poi lo metti via, "caro Gesu', Giuseppe e Maria, siate la salvezza dell'anima mia..." Fissi a lungo un trave, ma che hai da pensare? La faccenda e' gracve, tra molliche e zanzare, pancia, sotto, di fianco, bevi un sorso d'acqua, ti rigiri, ma dentro cos'hai? E poi per guardarti ancora nello specchio, tiri su la camicia, ti alzi su in ginocchio, c'' un rumore, smorzi il lume, e buonanotte al secchio... tratte[Dm]nere il fiato era [E]stata dura, fermo [A]li' a guardare dentro [F#]la fessura, poi t'in[Bm]ciampo in qualcosa, che [E]razza di fi[A]gura! E chis[Dm]sa' chi hai creduto fosse [E]nel solaio, se gia' [A]dormi o [A7]ridi, cosa [F#]fai nel buio... ... zitta [Bm]con tuo padre, se [E]no succede un [A]guaio.