Lettera.pro

From: "Guido Menestrina" <gmenestr@tin.it>
Date: Fri, 26 Feb 1999 10:52:24 +0100

Brano poco conosciuto, dal testo sempliciotto e ammiccante, con un bell'arpeggio di base. Guido {t:Lettera} {st:Claudio baglioni} {comment:Trascrizione di gmenestr@tin.it} Mia cara [G]mamma,[G/F#] [Em]scusa se [C]solo adesso [Em]ho preso carta e penna, [Am]spiegarti qui non posso, [D7]ne parleremo [C]poi...[Em][D7][G] Come va il [G]cuore?[G/F#] [Em]Io me la [C]passo bene, [Em]sai, sono stato al mare, [Am]sto attento anche all'igiene,[D7]e voi, che fate, [C]voi?[Em][D7][G] La mia stan[Bm]zetta, son si[C]curo che la [G]tieni sempre ordi[D7]nata, e dammi [Bm]retta, no, non e' il [C]caso che ri[G]mani preoccu[D7]pata, ho fatto [Am]sempre il bravo, solo per[D7]che' sudavo mi [G]sono tolto via la canot[Em]tiera, sono un po' [C]piu' secchetto, ma solo [D7]qualche etto... e [G]fumo poco poco poi non [Em]dico parolacce, sta' si[C]cura, sto diven[D7]tando proprio un o[C]metto...[Em][D7][G] La mia Camilla non mi ha tradito ancora, va piano, sta' tranquilla, nemmeno 100 all'ora, che cosa vuoi che sia... E di' a Simona che ce l'ho io il diario, dille se mi perdona, 'stavolta sono serio, e voglio che sia mia... In questo mo[Bm]mento cosa [C]fa papa', sta [G]sempre dietro al [D7]lavoro? digli ogni [Bm]tanto che, che la [C]smetta un po', e an[G]date a farvi un bel [D7]giro. Non stare [Am]troppo sola a rammen[D7]dar lenzuola... M'is[G]crivi tu alla scuola, per fa[Em]vore? Quest'anno [C]lo prometto, vedrai che [D7]mi ci metto, e [G]non ci sono santi, non mi [Em]faccio rimandare, un dispia[C]cere gia' te l'ho [D7]dato... non uno, [G]tanti, sai quanti [Em]pianti, sono pen[C]tito... e appena [C]sento che mi son stu[G]fato, faccio una [Am]cosa, e' una sor[D7]presa, tra [G]poco tempo, forse qualche [Bm]giorno, pero' ri[C]torno insieme a [G]voi. Anzi scu[Bm]sate se non [C]mettero' per [G]niente il franco[D7]bollo, ma ho le [Am]tasche vuote, saluta [D7]mio fratello, ciao, mamma, [C]ciao...[Em][D7][G]