Quell'uomo li'.pro

Quell'uomo li'
Antonacci Biagio
(gaetanogigliomusic@libero.it)
Accordi By Gaetano Giglio


Intro [Lam][Lam7][Rem][Rem7][Sol][Sol7][Do][Mi] X2

E[Lam]ro una stella che[Lam7]...che non brill[Rem]ava quasi p[Rem7]iu'
e[Sol]ro un'assenza [Sol7] quando ero l[Do]i' [Mi]
O[Lam]ggi ho capito che[Lam7] non sono pi[Rem]u' quell'uomo [Rem7]li'
e che qu[Sol]ello che desi[Sol7]dero non c'[Do]e'
non c'e' [Mi]piu' quell'uomo l[Lam]i che cerca[Lam7]va di conv[Mi7]incersi

[Lam]E mi da[Lam7] ogni gi[Rem]orno un po di piu'[Rem7]
a lei viene f[Sol]acile, lo [Sol7]fa senza pens[Do]arci troppo lei[Mi]
al mattino sc[Lam]ivola[Lam7] dal suo po[Rem]sto arriva al mio[Rem7]
e' un movimento sem[Sol]plice [Sol7]che quando manca [Do]io non sento piu'[Mi]
quel campanello ma[Lam]gico [Lam7]che risve[Rem]glia in me le idee[Rem7]
che ancora mi fa [Sol]essere,[Sol7] che ancora mi fa cre[Do]scere[Mi7]

Ero quell'urlo che non si  sentito mai da li'
ero quel muro alto attorno a me
oggi che nello stomaco ho un volo di farfalla
mi sento cosi' leggero che non so
piu' nemmeno dove sono
faccio passi a soffi come il vento io come il vento

E mi da ogni giorno un po di piu'
a lei viene facile, lo fa senza pensarci troppo lei
al mattino scivola dal suo posto arriva al mio
e' un movimento semplice che quando manca io non sento piu'
quel campanello magico che risveglia in me le idee
che ancora mi fa essere, che ancora mi fa crescere

Grazie!!!Qualsiasi errore corretto  sempre ben accetto per questa canzone stupenda del mio Grande collega Biagio

Biagio Mi Ispira!!!!!!!!!!!!!	





Quell'uomo li' Antonacci Biagio roberto.pasqualino@tin.it Intro [Sibm][Mibm][Lab7][Fa] X2 E[Sibm]ro una stella che...che non brill[Mibm]ava quasi piu' e[Lab7]ro un'assenza quando ero l[Fa]i' O[Sibm]ggi ho capito che non sono pi[Mibm]u' quell'uomo li' e che qu[Lab7]ello che desidero non c'[Fa]e' non c'e' piu' quell'uomo l[Sibm]i che cercava di conv[Mibm]incersi [Sibm]E mi da ogni gi[Mibm]orno un po di piu' a lei viene f[Lab7]acile, lo fa senza pens[Fa]arci troppo lei al mattino sc[Sibm]ivola dal suo posto arriva al mio e' un movimento semplice che quando manca io non sento piu' quel campanello magico che risveglia in me le idee che ancora mi fa essere, che ancora mi fa crescere Ero quell'urlo che non si sentito mai da li' ero quel muro alto attorno a me oggi che nello stomaco ho un volo di farfalla mi sento cosi' leggero che non so piu' nemmeno dove sono faccio passi a soffi come il vento io come il vento E mi da ogni giorno un po di piu' a lei viene facile, lo fa senza pensarci troppo lei al mattino scivola dal suo posto arriva al mio e' un movimento semplice che quando manca io non sento piu' quel campanello magico che risveglia in me le idee che ancora mi fa essere, che ancora mi fa crescere Quell'uomo li' Antonacci Biagio mazzoca@libero.it (credo sia cos... almeno a me suona bene!!!) Intro [Sibm][Sibm7][Mibm][Mib9][Lab][Lab7][Reb][Fa] X2 E[Sibm]ro una stella che[Sibm7]...che non brill[Mibm]ava quasi p[Mib9]iu' e[Lab]ro un'assenza [Lab7] quando ero l[Reb]i' [Fa] O[Sibm]ggi ho capito che[Sibm7] non sono pi[Mibm]u' quell'uomo [Mib9]li' e che qu[Lab]ello che desi[Lab7]dero non c'[Reb]e' non c'e' [Fa]piu' quell'uomo l[Sibm]i che cerca[Sibm7]va di conv[Fa7]incersi [Sibm]E mi da[Sibm7] ogni gi[Mibm]orno un po di piu' a lei viene f[Lab]acile, lo [Lab7]fa senza pens[Reb]arci troppo lei[Fa] al mattino sc[Sibm]ivola[Sibm7] dal suo po[Mibm]sto arriva al mio e' un movimento sem[Lab]plice [Lab7]che quando manca [Reb]io non sento piu'[Fa] quel campanello ma[Sibm]gico [Sibm7]che risve[Mibm]glia in me le idee che ancora mi fa [Lab]essere,[Lab7] che ancora mi fa cre[Reb]scere[Fa7] Ero quell'urlo che non si sentito mai da li' ero quel muro alto attorno a me oggi che nello stomaco ho un volo di farfalla mi sento cosi' leggero che non so piu' nemmeno dove sono faccio passi a soffi come il vento io come il vento E mi da ogni giorno un po di piu' a lei viene facile, lo fa senza pensarci troppo lei al mattino scivola dal suo posto arriva al mio e' un movimento semplice che quando manca io non sento piu' quel campanello magico che risveglia in me le idee che ancora mi fa essere, che ancora mi fa crescere