Mio padre un re.pro

Mio padre e' un re
Antonacci Biagio

(roberto.pasqualino@tin.it)


Intro : [Sibm]

Non ho un'et[Sibm]a'
mio padre e' un re
vivo in un grande castello lassu'
ho un letto d'[Mibm]oro... due occhi blu
ma non so dirti che... nome ho

un giorno poi
dalla finestra
quella piu' alta e piu' stretta che ho
ho visto lei... lunghi capelli
l'ho disegnata in me... cosi'

Lei mi guard[Sol#m]o'... lei mi chiamo'
quanta pa[Mibm]ura poi... perche'?!

Io da quassu'... dalla finestra
l'aspetto e arriva col sole gia' giu'
raccoglie i fiori.. lo fa per me
corre nel prato ed io.... ed io quassu'

Se mai amore conoscero'
solo e di ruggine vivro'

Non avr[Mibm]o', non avro', non avro' un giorno io non avro', non avro' piu' pa[Sib]ura
anche se io non posso parlare e giocare con lei...
perche' mio padre e' un r[Mibm]e!

Non avro', non avro', non avro' un giorno io non avro', non avro' piu' paura
anche se io non posso parlare e giocare con lei...
perche' mio padre e' un re!

Ma io so... ma io so... ma io so che per lei prima o poi
scavalchero' le mura
io per lei... solo lei... e' per lei che da adesso vivro'
e non avro' paura... io non avro' paura

Non avro', non avro', non avro' un giorno io non avro', non avro' piu' paura
anche se io non posso parlare e giocare con lei...
perche' mio padre e' un re!
Ma io so... ma io so... ma io so che per lei prima o poi
scavalchero' le mura
io per lei... solo lei... e' per lei che da adesso vivro'
e non avro' paura... e non avro' paura